La venere di Salò - Ben Pastor

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

La venere di Salò

Repubblica Sociale Italiana, ottobre 1944. Reduce dalla Linea Gotica, il colonnello della Wehrmacht Martin Bora è alle prese con un nuovo scottante caso: trasferito sulle sponde del lago di Garda, deve infatti investigare sul furto della Venere di Salò, un dipinto di Tiziano sottratto con sconcertante facilità dalle sale di una villa.
Mentre l’inchiesta di Bora si fa strada tra mille reticenze, la scoperta di tre cadaveri rimette tutto in discussione. Le vittime sono donne bellissime, in apparenza suicide ma in realtà elegantemente assassinate. Si tratta di un serial killer oppure gli omicidi rinviano al furto della Venere? E perché l’assassino lancia messaggi cifrati all’investigatore? E per quale motivo le autorità si sforzano di far ricadere i sospetti sullo stesso Bora?
Messo alle strette dagli imprevedibili sviluppi del caso, tallonato sempre più da vicino dalla Gestapo
(che lo sospetta, a ragione, di antinazismo), perdutamente innamorato di un’enigmatica “Venere” in carne e ossa, Bora dovrà sfoderare tutto il suo coraggio e la sua abilità non solo per sciogliere il mistero e smascherare il colpevole, ma anche, in un finale al cardiopalma, per evitare il plotone di esecuzione e garantirsi una via di scampo…

Italia


Ciclo di Martin Bora

Dati edizione       

 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu